Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II saranno canonizzati il prossimo 27 Aprile, Domenica della Divina Misericordia

Tag

, , , , ,


Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II

Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII

Questa mattina, alle ore 10, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano, durante la celebrazione dell’Ora Terza, Papa Francesco ha tenuto il Concistoro Ordinario Pubblico per la Canonizzazione dei Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Nel corso del Concistoro, il Pontefice ha decretato che Papa Roncalli e Papa Wojtyla siano iscritti nell’Albo dei Santi il 27 aprile 2014, Domenica II di Pasqua, della Divina Misericordia.

Fonte: http://www.news.va/it/news/giovanni-xxiii-e-giovanni-paolo-ii-saranno-canoniz

La Siria si prepara all’attacco degli Usa, possibili obiettivi le basi americane in Sicilia

Tag

, , , , , , , , , , , ,


missiliA Damasco, in Siria, il regime di Assad si sta preparando per un attacco degli Stati Uniti contro la capitale. Nonostante un probabile ritardo in qualsiasi azione militare, il governo siriano sta sollecitando evacuazioni civili, ha spostato i soldati in appartamenti vuoti ed emesso nuove minacce di ritorsione. Il New York Times descrive così la situazione attuale nel paese.

Lunedì un alto funzionario siriano ha dichiarato che sia l’esercito siriano che il suo alleato Hezbollah, il gruppo sciita libanese, in caso di un’offensiva guidata dagli Usa avrebbero reagito attaccando le navi da guerra americane ora nel Mar Mediterraneo.

Riferendosi a Hezbollah come alla resistenza, Khaled Abboud, un membro del parlamento e confidente del presidente Bashar al-Assad, ha detto al Wall Street Journal: “La resistenza e le forze armate sono ormai nella mia valutazione un corpo solo, Hezbollah si schiererà con la Siria in alcune operazioni che hanno di mira le navi da guerra nel Mediterraneo”.

I preparativi del governo Assad sono continuati, nonostante la mossa dell presidente Barack Obama di chiedere al Congresso l’autorizzazione per attaccare, dopo che Washington ha affermato che Damasco ha ucciso più di 1.400 persone il mese scorso in un attacco chimico.

Il governo siriano ha messo in guardia i residenti invitandoli ad abbandonare le basi militari fuori Damasco, mentre le truppe hanno cominciato a posizionarsi per la prima volta nei quartieri residenziali della città che ospitano militari, impianti di sicurezza e uffici governativi.

Gli Stati Uniti, nel frattempo, stazionano nel Mediterraneo con cinque cacciatorpedinieri armati con missili da crociera e una nave anfibia con diverse centinaia di marines a bordo, in preparazione per possibili attacchi sulla Siria.

Fanno paura anche all’Italia, intanto, le dichiarazioni rilasciate al Tg1 da Hisham Jaber, generale libanese in pensione: “Obama ha parlato di attacco rapido, ma questo dipenderà dalla reazione di Assad.” Riguardo alla possibile reazione del regime siriano, ha poi aggiunto: “Il conflitto potrebbe allargarsi alle basi americane”.

E la Sicilia si trova in prima linea, con le sue sedici basi Nato sparse nell’isola. Certo, un attacco sul continente potrebbe avere conseguenze enormi anche per la Siria. Ma se il Papa lancia un appello contro la guerra, “Mai più guerra. Violenza chiama violenza”, questo monito fa intuire che il rischio di un conflitto più ampio del previsto non è un’ipotesi improbabile. Obama avrà tanto da pensare prima di fare ogni piccola mossa.

Pubblicato Martedì, 03 Settembre 2013 10:02 su: http://www.resapubblica.it/it/politica/2850-la-siria-si-prepara-all-attacco-degli-usa,-possibili-obbiettivi-le-basi-americane-in-sicilia

Scritto da: Emanuele Vincenzo Amodeo

Jorge Mario Bergoglio è papa Francesco


Extra Omnes

“Habemus Papam”: è il cardinale gesuita JORGE MARIO BERGOGLIO  76 anni, arcivescovo di Buenos Aires. Si chiamerà Francesco, come molti avevano sperato: perchè questo nome, che richiama il santo D’Assisi, è per tanti il simbolo del rinnovamento della Chiesa. “Do molta importanza alla scelta di questo nome ” ha commentato Padre Lombardi in conferenza stampa.

REPORTAGE E FOTOGALLERY Annunciato dal cardinale protodiacono Jean-Louis Tauran, Bergoglio si affaccia alla loggia delle benedizioni. La folla esplode, saluta. L’emozione di Bergolio è evidente, nella voce esitante e nelle espressioni timide rese visibili ai più grazie ai maxischermi. La Piazza capisce: “Francesco! Francesco!!”

“Fratelli e sorelle, buonasera – dice il nuovo Pontefice – Sapete che il dovere del Conclave era dare un nuovo Papa. I fratelli Cardinali sono andati a prenderlo alla fine del mondo”. “Ah è un Papa simpatico” dice un ragazzo giovane, che per tutto il tempo tiene…

View original post 69 altre parole

A ruba l’edizione speciale dell’Osservatore Romano


Extra Omnes

(Scarica qui il PDF dell’Edizione Speciale)

La quartad di copertina dell'edizione speciale

Sono passate da poco le 22.00 e Piazza San Pietro non è ancora vuota. E mentre alcuni turisti continuano a scattarsi foto ricordo, dietro il colonnato del Bernini le edicole con la saracinesca alzata solo per metà vengono prese d’assalto da chi vuole acquistare il numero speciale dell’Osservatore Romano.

E’ l’edizione delle 20.30 dedicata interamente al Nuovo Papa. E’ uscita immediatamente dopo l’annuncio dell’elezione del Pontefice, con in prima pagina la fotografia di Jorge Mario Bergoglio affacciato dalla loggia centrale della Basilica Vaticana.  All’interno un’ampia biografia del Papa insieme all’editoriale del direttore, e articoli e commenti sul ministero petrino.

“Habemus Papam Georgium Marium Bergoglio qui sibi nomen imposuit Franciscum” si legge a tutta pagina sopra la foto del nuovo Pontefice. Intorno, il fregio di Isabella Ducrot.

View original post

Video: “Sono venuti a prendermi alla fine del mondo”


Extra Omnes

S1130142

(Guarda il video)

La fumata è bianca. Poi le campane di San Pietro suonano e passa circa un’ora prima che il nuovo Pontefice mostri il suo volto al mondo. Poi dopo l’annuncio di Tauran, Papa Francesco si affaccia alla loggia delle benedizioni e, con queste parole, conquistare da subito i cuori della gente: “Fratelli e sorelle, buonasera. Sapete che il dovere del Conclave era quello di dare un nuovo Papa. I fratelli Cardinali sono andati a prenderlo alla fine del mondo. Prima di tutto voglio fare una preghiera per il nostro vescovo emerito Benedetto e poi, prima che il vescovo di Roma faccia la benedizione su di voi, in silenzio fate voi una preghiera e che la vostra benedizione scenda su di me”

View original post

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.